Torna alla home
a
home > film > Brazil
a
Chi sono
Libri
Film
Concerti
Web writing
Contatti

Brazil
di Terry Gilliam
Con J. Pryce, K. Greist, R. De Niro, K. Helmond, B. Hoskins, I. Holm
Anno: 1985
Durata: 143 min.
a
Un capolavoro che resterà attuale a lungo.

In un futuro non precisato, esiste una società senza libertà. Ogni cittadino è infatti controllato, anche se tutti si credono liberi. Ma non è finta solo la libertà: tutti i valori di questa società sono finti. La gente non crede più nell'amore, nei sentimenti. I nuovi valori sono l'indifferenza, l'apparenza, i consumi. Insomma: il potere ha creato una «società perfetta». La volontà delle persone è annullata.

Il questa società, il potere controlla i cittadini con la burocrazia e la tecnologia (cioè l'applicazione pratica delle scoperte scientifiche). La burocrazia è dappertutto: qualsiasi cosa un cittadino voglia fare, ci sono carte da firmare e da timbrare. La tecnologia è eccessiva: sia negli uffici che nelle abitazioni private. Insomma: ogni iniziativa individuale è ostacolata.

In un mondo così, c'è però qualcuno che ha avuto il coraggio di ribellarsi. Un gruppo di persone («terroristi» per il potere, «uomini liberi» per noi che guardiamo il film) fa continue azioni di sabotaggio.

Il protagonista del film è Sam, un impiegato del «Ministero dell'Informazione». Cioè dell'ente che controlla i cittadini e che fa arrestare i terroristi. La vita di Sam è triste e noiosa. I suoi sogni sono l'unico sollievo all'esistenza grigia che la società lo costringe a vivere. La sua vita cambierà quando nella realtà incontrerà la donna che gli appare nei sogni. Sam avrà finalmente una vita piena e vera.

Gilliam ci mostra l'ipocrisia di una società che c'illude di salvarci dal male, promettendoci una vita migliore, quando il vero male è proprio al suo interno. Perché i suoi metodi sono contro l'uomo.

Le persone hanno bisogno di realizzare il loro progetto di vita. Se il potere glielo impedisce, le persone sono schiacciate dal peso di un'esistenza che non è quella che avevano scelto.

Gilliam ci mostra anche l'importanza dell'amore. Sam riesce a tirare avanti grazie ai sogni. E nei suoi sogni vola incontro all'amore. L'amore è l'unica cosa che lo tiene vivo. Le persone hanno bisogno di amare e di sentirsi amate: nessuna società dovrebbe impedirglielo.

Bellissima la scena finale. Davanti alla prospettiva di tornare alla grigia realtà e di rinunciare ai sogni, Sam impazzisce. E così diventa libero per sempre.

Il film è colorato e pieno d'immagini fantastiche. Per far capire la differenza tra la grigia realtà e il mondo dei sogni di Sam.

     
 
 
[home] [chi sono] [libri] [film] [concerti] [web writing] [contatti]


alessandro@parlochiaro.it