Torna alla home
a
home > film > L'ultimo re di Scozia
a
Chi sono
Libri
Film
Concerti
Web writing
Contatti

L'ultimo re di Scozia
di Kevin Macdonald
Con F. Whitaker, J. McAvoy, K. Washington, S. McBurney, G. Ander
Anno: 2006
Durata: 121 min.
a
Un film che ci spiega come distinguere il bene dal male.

Nicholas Garrigan è un giovane medico scozzese appena laureato. È il 1970 e Nicholas decide d'andare a lavorare in Uganda, uno stato africano molto povero. Lì, diventa medico personale e consigliere di Idi Amin Dada, un generale che ha preso il potere con la forza.

Nicholas Garrigan è un personaggio inventato. Ma Idi Amin Dada è esistito davvero. È stato dittatore dell'Uganda dal 1971 al 1979. Ed è stato responsabile della morte di circa trecentomila persone.

Macdonald ci mostra com'è facile scambiare il male per il bene. Nicholas è molto ingenuo, pensa che in Africa sarà tutto facile: aiuterà la gente, vivrà belle avventure e soddisferà la sua ambizione personale. Insomma: vede solo i lati positivi. Così, quando incontra Idi Amin Dada, non capisce d'aver davanti un criminale. Anzi: è conquistato dal fascino, dalla gentilezza e dalla simpatia del dittatore. E non vede il male che c'è in lui.

La colpa di Nicholas è ancora più grande. Infatti, più che non vedere, Nicholas non vuol vedere. Dopo tutto, il dittatore gli ha dato un incarico di prestigio e il giovane medico vive nell'agio. Così, Nicholas chiude gli occhi sulle contraddizioni di Idi Amin Dada: "Sono il suo medico. Non è compito mio giudicare l'uomo". Purtroppo, così facendo, diventa complice dei crimini del dittatore. Nicholas aprirà gli occhi troppo tardi, quando sarà in pericolo la sua stessa vita.

Macdonald ci mostra che il potere corrompe l'uomo. Nicholas è così affascinato dal potere del dittatore e da quello che il dittatore può dare a lui che chiude gli occhi su tutto. Da parte sua, Idi Amin Dada è un criminale senza pietà che vuole solo conservare il suo potere. Quando parla in pubblico, dice di voler costruire ospedali, scuole e case, per rendere l'Uganda un paese migliore. Sono tutte bugie.

Macdonald ci mostra che, spesso, il potere rende folli. Idi Amin Dada è infatti un uomo con problemi di equilibrio mantale. Infatti, pensa d'essere l'uomo più potente al mondo: arriva addirittura a proclamare se stesso re di Scozia. In altre situazioni, si comporta da bambino.

Il film critica la società occidentale. Infatti, Idi Amin Dada prende il potere con l'appoggio del governo inglese, che vede in lui l'uomo che può difendere gli interessi inglesi in quella parte d'Africa. E il dittatore perderà il potere nel 1979, quando il governo inglese deciderà che non gli serve più.

Il film ci parla anche della difficoltà degli europei a capire l'Africa. L'Africa è un continente complesso e molto diverso dall'Europa. Se un europeo ragiona solo con la logica europea (come fa Nicholas), non capirà mai che cos'è l'Africa.

Bravissimo Forest Whitaker nel ruolo di Idi Amin Dada.

     
 
 
[home] [chi sono] [libri] [film] [concerti] [web writing] [contatti]


alessandro@parlochiaro.it