Torna alla home
a
home > libri > Danubio
a
Chi sono
Libri
Film
Concerti
Web writing
Contatti

Danubio
di Claudio Magris

a
Un bellissimo libro, a metà tra il diario personale e il romanzo. Un libro che ci parla del senso della vita.

Magris ci racconta il viaggio lungo il fiume Danubio che fece negli anni '80. Magris percorse tutto il fiume, dall'inizio alla fine. Ma il viaggio è solo un pretesto per parlare di mille altre cose. Infatti, con grande sensibilità, Magris ci parla di storia, paesaggi, arte, libri, uomini. E fa molte riflessioni sagge sulla vita.

Il viaggio dà modo a Magris di parlare anche della cultura moderna. Il Danubio attraversa infatti la Mitteleuropa, cioè l'Europa centrale. E questa zona ha dato un grande contributo alla nascita della cultura europea moderna.

Per Magris, il Danubio è come la vita umana. Le origini del fiume sono infatti incerte: qualcuno dice addirittura che nasca da un rubinetto. E anche la vita ha origini incerte: chi sa dire con certezza da dove viene? Inoltre, il percorso del Danubio pare un labirinto, come le difficoltà della vita. Infine, il Danubio termina nel mare. Ma nessuno sa dire con precisione quale sia la parte finale del fiume. Infatti, nell'ultimo tratto, il Danubio si divide in vari canali. E ciò ci ricorda la morte: nessuno sa che succede. Forse, come il Danubio, entriamo in un grande mare, quello dell'universo. Insomma: il viaggio lungo il Danubio ci ricorda le domande importanti della vita: chi siamo? da dove veniamo? dove andiamo?

Magris c'invita a guardare ciò che sta dietro le cose. In particolare, ciò che sta dietro le piccole cose. Per Magris, sono le cose quotidiane, i piccoli gesti di ogni giorno a dare un senso alla nostra vita. Perché le grandi azioni sono rare e riguardano comunque poche persone. Per questo, Magris ci parla sì della Storia, cioè delle imprese dei grandi uomini, ma anche delle storie quotidiane di piccoli personaggi. Quelli che nei libri di storia non entrano mai.

Magris ci parla anche della nostra identità di europei. Chi è un europeo? In passato, lungo il Danubio, si sono incontrati e scontrati popoli diversi. La cultura mitteleuropea è perciò bastarda. Siccome la cultura mitteleuropea è alla base della cultura europea moderna, anche la cultura europea moderna è bastarda. La nostra identità è perciò complessa. Il viaggio di Magris è quindi un viaggio alla ricerca della nostra identità. Cioè delle nostre radici.

A volte, Magris ci parla con malinconia del passato. Le cose sono spesso andate in un modo, quando avrebbero potuto e dovuto andare in un altro. Magris ci parla con malinconia anche perché ci ricorda che il tempo fugge. E che noi non possiamo fermarlo.

Danubio è comunque un libro pieno d'ironia. Perché Magris sa che l'ironia ci aiuta a sopportare i dolori della vita.

     
 
 
[home] [chi sono] [libri] [film] [concerti] [web writing] [contatti]


alessandro@parlochiaro.it