Torna alla home
a
home > libri > Il ponte sulla Drina
a
Chi sono
Libri
Film
Concerti
Web writing
Contatti

Il ponte sulla Drina
di Ivo Andric
a
Protagonista del romanzo, pubblicato nel 1945, è il ponte sul fiume Drina della città di Višegrad, in Bosnia. Il libro racconta la storia del ponte, dalla sua costruzione, nel Cinquecento, fino alla sua distruzione, nella Prima guerra mondiale.

Ma il ponte è solo un pretesto per raccontare la storia delle persone che ci passano sopra. Cioè la storia della gente di Višegrad. La quale, a sua volta, è la storia della gente di Bosnia. La quale, infine, è la storia dell'uomo. Perché l'esistenza dei pochi abitanti della sperduta Višegrad riassume l'esistenza di tutti noi. Dolori e gioie dell'uomo sono infatti uguali in ogni punto della Terra, perché l'uomo è ovunque lo stesso.

Il ponte unisce due mondi diversi: Occidente e Oriente. Višegrad e la Bosnia sono infatti un posto dove culture e religioni s'incontrano (e si scontrano). Turchi, serbi e croati, mussulmani, cristiani ed ebrei: il ponte è il simbolo che unisce tutti. Non a caso Andric era contento dell'esistenza della Jugoslavia: credeva che culture diverse potessero convivere in pace.

Il tempo scorre: i regni si alternano, le religioni si affrontano, i popoli si fanno la guerra. Eppure il fiume continua a scorrere, sempre uguale e pacifico, sotto il ponte solenne. L'uomo dovrebbe fermarsi un attimo e chiedersi il perché del suo affannarsi. Tanto, l'unica cosa che rimarrà è il ponte: noi passeremo, come l'acqua sotto di lui.

Ma alla fine anche il ponte passa: viene distrutto. Andric sembra domandarsi che capiterà ora, dato che la corda che legava mondi diversi non c'è più. La guerra in Jugoslavia degli anni '90 ha risposto alla domanda di Andric.

Grande protagonista del libro è l'ironia, che Andric cerca e trova in ogni aspetto della vita di tutti i giorni.

Bellissima la scrittura lenta ma robusta dell'autore.

 
     
 
 
 
[home] [chi sono] [libri] [film] [concerti] [web writing] [contatti]


alessandro@parlochiaro.it