[home] [chi sono] [libri] [film] [concerti] [web writing] [contatti]


Copyright © 2005-2006 Alessandro Scuratti, all rights reserved
alessandro@parlochiaro.it

Torna alla Homepage

Chi sonoLibriFilmConcertiWeb writingContatti

 

 

 

 

home > web writing > Sigle e abbreviazioni

 

 



Sigle e abbreviazioni

Le regole generali sulle sigle e sulle abbreviazioni hanno molte ecce-zioni. Perciò, quando usi una sigla o un'abbreviazione, controlla sem-pre sul vocabolario come si scrive.

Sigle
Abbreviazioni

 

Le sigle

Le sigle sono nomi formati dalla lettera o dalle lettere iniziali di una o più parole. Per esempio, TAC è la sigla di tomografia assiale compute-rizzata.

Le sigle di enti e associazioni si scrivono con i punti tra una lettera e l'altra se ogni lettera è l'iniziale di una parola intera. Per esempio, A.E.M. è a sigla di Azienda Elettrica Municipalizzata.

Una sigla puntata si scrive senza spazi tra un punto e la lettera successiva della sigla. Per esempio, avanti Cristo si scrive a.C.

Se la sigla puntata coincide con la fine della frase, si mette un solo punto finale. La parola successiva deve iniziare con la maiuscola.

La sigla si scrive senza punti se non tutte sue le lettere sono l'inizia-le di una parola. Per esempio, la sigla della Confederazione Generale dell'Industra Italiana è CONFINDUSTRIA.

Se una sigla è diffusa, si può scrivere senza punti. Per esempio, la sigla della Confederazione Generale Italiana del Lavoro si scrive CGIL.

I simboli scientifici si scrivono senza punti. Per esempio, Au è il sim-bolo chimico dell'oro.

Torna su

Le abbreviazioni

Le abbreviazioni sono una riduzione di una parola intera a una sua parte (non per forza quella iniziale) seguita dal punto. Per esempio, cfr. è l'abbreviazione della parola confronta.

Se l'abbreviazione coincide con la fine della frase, si mette un solo punto finale. La parola successiva deve iniziare con la maiuscola.

Non si mette il punto dopo le abbreviazioni di unità di misura.

Il plurale è indicato raddoppiando l'ultima lettera dell'abbreviazione. Per esempio sgg. è l'abbreviazione di seguenti (sg. è l'abbreviazione di seguente).

Le abbreviazioni dei titoli si scrivono minuscole. Per esempio, ing.

Le date si abbreviano togliendo le prime due cifre e mettendo l'apo-strofo, ma il contesto non dev'essere ambiguo. Per esempio, il '92, se si parla del 1492.

Torna su