[home] [chi sono] [libri] [film] [concerti] [web writing] [contatti]


Copyright © 2005-2006 Alessandro Scuratti, all rights reserved
alessandro@parlochiaro.it

Torna alla Homepage

Chi sonoLibriFilmConcertiWeb writingContatti

 

 

 

 

home > web writing > Microcontent: cosa sono, come usarli

 

 



Microcontent: cosa sono, come usarli

I microcontent sono brevi testi che riassumono il contenuto di una pagina web. Le informazioni dei microcontent permettono all'utente di capire se quella pagina lo interessa senza doverla leggere.

I microcontent danno informazioni non solo sulla singola pagina, ma anche sul sito cui appartiene. Perché su una pagina web si può arri-vare in mille modi, anche per caso. Ed è bene che ogni pagina sappia vivere anche al di fuori del suo contesto.

I microcontent si dividono in:

Indirizzo del sito
Tagline
Titoli e sottotitoli delle pagine
Indici all'interno della pagina
Link del menu di navigazione
Briciole di pane
Link
Caption
Title tag
Meta tag
Alt text


Indirizzo del sito

L'indirizzo di un sito è composto dal «nome del dominio» e dal «suf-fisso del dominio». Per esempio, il nome del dominio di questo sito è «parlochiaro», il suo suffisso è «.it».

L'indirizzo di un sito è molto importante. Gli indirizzi generici come «Pagina_personale_di_Matteo.it» non vanno bene: non dicono nien-te sui contenuti del sito.

Scegli un indirizzo legato all'argomento che tratti. Sceglilo corto e fa-cile da ricordare. Per esempio, io ho scelto Parlochiaro perché nel si-to mi sforzo d'usare una scrittura semplice e chiara.

Scegli il suffisso adatto al tuo sito. Quello «.it» è sinonimo di made in Italy. Quelli «.net» e «.org» sono usati da università o enti no profit. Il suffisso «.com» è commerciale per eccellenza. Quelli «.biz», «.tv» e «.ue» sono ancora troppo giovani e quindi poco familiari.

Torna su

Tagline

La tagline è una frase breve e chiara (come uno slogan pubblicitario) che riassume i contenuti dell'intero sito. La tagline spiega all'utente appena arrivato che cosa troverà nel sito. Va messa in tutte le pagi-ne del sito, vicino al logo o in un punto molto visibile.

Esempio: la tagline di Parlochiaro è «La cultura con parole semplici».

Torna su

Titoli e sottotitoli

Titoli e sottotitoli di una pagina devono riassumere il suo argomento in modo efficace e breve. Un titolo deve dare un'idea precisa del con-tenuto cui si riferisce. Usa i sottotitoli se il tuo testo è lungo e affron-ta molti concetti.

Evita titoli troppo creativi o generici. Evita titoli con giochi di parole.

Esempi:

.: Non «I titoli», ma «Titoli e sottotitoli: brevi e descrittivi».
.: Non «Webzine», ma «Come scrivere una webzine di successo».
.: Non «Risultati» , ma «Calcio, serie A: risultati del 7° turno».

Torna su

Indici all'interno della pagina

Quando il testo della pagina è lungo, metti in cima alla pagina l'indice dei paragrafi con un link diretto a ogni paragrafo.

Torna su
Link del menu di navigazione

I link del menu di navigazione sono la bussola del sito. In questo si-to sono i pulsanti blu in alto a sinistra.

I testi del menu di navigazione devono essere brevissimi: al massi-mo due parole. E devono essere molto chiari.

Torna su

Briciole di pane

Le «briciole di pane» sono testi brevissimi che mostrano il percorso che dalla homepage porta alle varie pagine. Così, gli utenti possono capire la loro posizione nella struttura del sito.

Per esempio, le briciole di pane di questa pagina sono:

home > web writing > Microcontent: cosa sono, come usarli

Attento: non linkare l'ultima briciola di pane. Linkare alla pagina che si sta guardando è un errore.

torna su

Link

I link devono essere informativi: devono dare un'idea precisa di dove portano. I link generici del tipo «Clicca qui!» non dicono niente.

Per creare link efficaci, leggi: Link: come si creano.

Torna su
Caption

Le caption sono brevi frasi inserite in uno spazio scavato nel corpo del testo. Servono a riassumere i concetti più importanti.

Le caption possono essere scritte con un carattere più grande e un colore diverso da quello del testo.

Torna su
Title tag

Il title tag è il testo contenuto nel tag
«title» del codice di program-mazione. È il testo che appare nella fascia in alto dei browser. È an-che il testo che appare all'utente quando inserisce la tua pagina nel-la lista «Preferiti». Appare anche nei risultati dei motori di ricerca.

Il title tag dev'essere breve e riassumere il contenuto della pagina.

Per esempio, il title tag di questa pagina è:

<title>Microcontent: cosa sono, come usarli - www.parlochiaro.it</title>

Torna su

Meta tag

I meta tag aiutano i motori di ricerca a classificare le pagine. I meta tag sono due: quello «description» e quello «keywords».

Il meta tag description è un riassunto del contenuto della pagina (al massimo 150 caratteri). I motori di ricerca lo mostrano all'utente nei loro risultati. Perciò, il suo testo dev'essere preciso e chiaro.

Il meta tag keywords contiene la lista di parole chiave caratteristiche dell'argomento di cui tratta la pagina. Contiene cioè le parole chiave che l'utente dovrebbe digitare su un motore di ricerca per trovare contenuti come i tuoi. Metti al massimo una decina di parole chiave.

Per questa pagina, i tag description e keywords sono:

<meta NAME="DESCRIPTION" CONTENT="Microcontent per il web: come scegliere l'indirizzo del tuo sito, la tagline, i titoli delle pagine, i link, i meta tag, gli alt text.">

<meta NAME="KEYWORDS" CONTENT="microcontent, scrivere per il web, web writing, link, title tag, meta tag, alt text ">

Torna su

Alt text

L'alt text è il breve testo che appare se si passa il mouse su un'im-magine. L'alt text prende il posto dell'immagine quando non si carica.

L'alt text dev'essere breve (al massimo 40 caratteri) e informativo. Un esempio:

<IMG SRC="ale.jpg" WIDTH="100" HEIGHT="200" ALT="Foto di Alessandro">

Torna su