[home] [chi sono] [libri] [film] [concerti] [web writing] [contatti]


Copyright © 2005-2006 Alessandro Scuratti, all rights reserved
alessandro@parlochiaro.it

Torna alla Homepage

Chi sonoLibriFilmConcertiWeb writingContatti

 

 

 

 

home > web writing > Paragrafi: brevi e spaziati

 

 



Paragrafi: brevi e spaziati

Per rendere più leggibile il tuo testo, spezzalo in brevi paragrafi. Perché, sul web, il testo dev'essere leggibile al massimo.

Ogni paragrafo deve:


1. Contenere una sola idea, un solo argomento.

2. Iniziare con la frase che spiega di che si tratta.

3. Lasciare uno spazio vuoto in fondo (basta una riga).

4. Essere lungo al massimo 6-8 righe.

5. Usare il grassetto per evidenziare le parole chiave.


Nell'esempio seguente, lo stesso testo è stato scritto in due modi di-versi. Nel primo caso, è stato scritto in modo normale. Nel secondo, con la regola dei brevi paragrafi. La leggibilità del testo è maggiore nel secondo caso.


.: Primo caso: testo non spezzato in brevi paragrafi

Un classico del cinema che è presente in ogni tipo di classifica. La storia alla base del film è stata copiata moltissime volte.
Nel Giappone del Cinquecento, un villaggio di contadini è minacciato dai briganti. I contadini decidono di pagare sette samurai (i famosi guerrieri giapponesi) perché difendano il loro villaggio.
Il film parla di valori senza tempo e comuni a tutte le culture del mondo. Infatti, si parla di generosità, umiltà, coraggio, lealtà, giusti-zia, pietà, solidarietà.


.: Secondo caso: testo spezzato in brevi paragrafi

Un classico del cinema che è presente in ogni tipo di classifica. La storia alla base del film è stata copiata moltissime volte.

Nel Giappone del Cinquecento, un villaggio di contadini è minacciato dai briganti. I contadini decidono di pagare sette samurai (i famosi guerrieri giapponesi) perché difendano il loro villaggio.

Il film parla di valori senza tempo e comuni a tutte le culture del mondo. Infatti, si parla di generosità, umiltà, coraggio, lealtà, giusti-zia, pietà, solidarietà.