[home] [chi sono] [libri] [film] [concerti] [web writing] [contatti]


Copyright © 2005-2006 Alessandro Scuratti, all rights reserved
alessandro@parlochiaro.it

Torna alla Homepage

Chi sonoLibriFilmConcertiWeb writingContatti

 

 

 

 

home > web writing > Parole straniere

 

 



Parole straniere

Le parole (o le espressioni) straniere non ancora entrate nel nostro vocabolario si scrivono in corsivo. Le parole straniere in corsivo fan-no il plurale secondo le regole della loro lingua.

Le parole staniere entrate nel nostro vocabolario si scrivono in ton-do (cioè con lo stile di carattere del testo normale). Ma non si metto-no al plurale, a meno che siano entrate in italiano proprio nella for-ma plurale: le avances, i jeans.

Il genere delle parole straniere non cambia quando le scriviamo in italiano. Perciò: il bijou, la Tour Eiffel. Per le lingue che hanno anche il genere neutro, i nomi neutri diventano maschili in italiano.
In inglese, persone e animali mantengono il loro genere. Il genere delle cose diventa invece quello della corrispondente parola in italia-no. Quindi una e-mail, il flash, la holding.

Le citazioni in lingua straniera vanno in tondo, tra virgolette caporali.