[home] [chi sono] [libri] [film] [concerti] [web writing] [contatti]


Copyright © 2005-2006 Alessandro Scuratti, all rights reserved
alessandro@parlochiaro.it

Torna su

Torna alla Homepage

Chi sonoLibriFilmConcertiWeb writingContatti

 

 

 

 

home > web writing > Weblog: che cos'è, come si scrive

 

 



Weblog: che cos'è, come si scrive


Che cos'è un weblog

Un weblog (o blog) è un diario personale online, corredato da link con commenti personali e da un archivio dei pensieri pubblicati. Un blog parla di un solo argomento, molto specialistico.

Pubblicare un blog è facile e costa poco. Bisogna però essere esperti di un argomento specifico, navigare molto per tenersi aggiornati, sa-per scrivere brevi commenti e avere il coraggio d'esporre le proprie opinioni. Il blog, per sua natura, è un posto dove si possono fare er-rori e pensare ad alta voce, senza preoccuparsi di dare bella forma alle proprie idee.

Chi crea un weblog lo fa perché ama scrivere. E perché vuole che le sue opinioni siano pubblicate senza filtri. Infatti, chi scrive su carta o su un sito aziendale dipende dal parere dell'editore o da quello dei vertici dell'azienda. Chi scrive su un blog è invece libero.


Come si scrive un blog

Per scrivere un blog efficace:

1. Assicurati di conoscere molto bene l'argomento di cui vuoi parlare. Più l'argomento è particolare, meglio è.

2. Abbi le idee chiare su chi sono i tuoi lettori, su quello che vogliono da te e su come devi raccontarglielo.

3. Da' al weblog un nome semplice e legato al tema che tratta.

4. Metti la tua biografia e la tua foto.

5. Pubblica qualcosa di nuovo ogni giorno.

6. Scrivi articoli di lunghezza compresa tra i 500 e i 1000 caratteri. Non andare mai oltre i 2000.

7. Scrivi articoli che contengono una sola idea principale. Se hai più idee di cui parlare, scrivi un articolo separato per ogni idea.

8. Da' titoli descrittivi e non banali ai tuoi articoli.

9. Crea link funzionanti e che portano lì dove dovrebbero portare.

10. Coinvolgi il tuo lettore, spingilo a far riflessioni. Perciò, sii perso-nale: scrivi in modo emotivo, di' ciò che pensi, sii coraggioso. Per e-sempio, si può coinvolgere scrivendo i titoli sotto forma di domanda.

11. Puoi usare uno stile informale, casuale, sperimentale. Puoi igno-rare le regole del web writing, senza esagerare.

12. Puoi dare al blog un struttura casuale, ma sei obbligato a tenere un archivio dei tuoi articoli, cronologico e/o per argomenti.

13. Raccogli più link che puoi a siti e blog che parlano del tuo stesso argomento.

14. Interagisci con i lettori. Chiedigli d'inviarti i loro commenti. Pubbli-cali. Rispondi veloce a chi ti scrive. Se puoi, crea un forum (cioè una sezione del blog in cui i tuoi lettori comunichino tra loro lasciando messaggi come in una bacheca).

15. In linea di massima, puoi usare tutta la grafica, le immagini, i suoni e i video che vuoi. In realtà, siccome un blog è un sito web, ti conviene tener d'occhio le regole della web usability.

16. Sii educato. Su un blog, la tentazione di lasciarsi andare a un lin-guaggio volgare è forte. Controllati.

17. Non affidarti a un "servizio di blog", ma compera il tuo dominio. Darai la sensazione di essere molto più professionale.